I Borghi più belli d’Italia Castel Gandolfo, non solo residenza papale!

‘ davvero meritevole di essere tra i Borghi più belli d’Italia.
Da lungo tempo ormai luogo eletto a residenza estiva papale, Castel Gandolfo deve la sua fama non solo ai grandi nomi che la scelgono per dei brevi soggiorni, ma anche alla sua effettiva bellezza e all’interesse storico e culturale che suscita: collocata all’interno del Parco dei Castelli Romani, affaccia sul lago di Albano; da visitare nei pressi, vi sono i resti della villa di Domiziano, oppure la collegiata pontificia che porta la firma del Bernini, senza dimenticare di contemplare anche la piazza su cui si affaccia il palazzo Pontificio, abbellita dalla fontana sempre a firma del Bernini.

Si viaggerà verso la zona settentrionale dei Colli Albani fino alla cittadina di Frascati, famosa per le sue viste mozzafiato e la produzione del Frascati, un vino bianco dolce e rinfrescante. Si farà una sosta in una cantina per assaggiare un bicchiere del vino locale e si avrà del tempo per passeggiare a proprio piacimento per la città , A seguire a 4 km. Raggiungeremo la citta’ di Ariccia per cena e pernottamento

, Ariccia è da secoli meta di numerosi viaggiatori, che si recano in questi luoghi ad ammirare l’armonica combinazione tra arte, storia e natura.Il Ponte Monumentale costituisce sicuramente una delle attrattive maggiori di Ariccia. Eretto tra il 1847 ed il 1854 da Ireneo Aleandri, durante il pontificato di Pio IX, esso si presenta quale opera ingegneristica davvero grandiosa. Con i suoi 59 m circa di altezza, sviluppati in tre ordini di archi sovrapposti, e i suoi oltre 300 m di lunghezza collega, lo sperone tufaceo dov’è adagiata Ariccia tuttavia, questo ponte, oltre ad essere famoso per la sua architettura, lo è stato anche per il gran numero di suicidi avvenuti fino all’anno 2000. Anno in cui l’ANAS ha munito di barriere tutta la lunghezza del ponte.Il Palazzo Chigi è uno dei monumenti più importanti e di pregio presenti ad Ariccia. Situato ai margini della monumentale Piazza di Corte,

Domenica 30 ore 9.00

· Gaeta e Sperlonga appartengono al meglio di questo angolo di Lazio, due dei gioielli di questa regione, baluardi sul mare. Da queste parti la parlata è già quella meridionale e tanto di meridione si respira per vicoli e strade. Napoli è infatti più vicina di quanto realmente la mappa indichi.

Una leggenda vuole che quando Gesù Cristo morì sulla croce il velo del Tempio di Gerusalemme si squarciò provocando tre profonde fenditure nelle dura roccia di quella che oggi è conosciuta come la Montagna Spaccata di Gaeta.

Su questo promontorio si erge il Santuario della SS. Trinità mentre a sinistra della chiesa una delle fenditure conduce alla cosiddetta Grotta del Turco,